Boem, la startup italiana che sta innovando il mercato dei ready-to-drink con la sua bevanda al gusto di zenzero, base di acqua gassata, con un basso tasso alcolico e pochissime calorie, dopo una prima fase di test sul mercato, annuncia un aumento di capitale da 3 milioni di euro da parte della Lmdv Capital di Leonardo Maria Del Vecchio.

A guidare l’evoluzione del progetto e il suo lancio ufficiale, un nuovo management entra nella società: Edoardo Tribuzio, ex founder di Mymenu, nel ruolo di Ceo, mentre Matteo Giannetti, ex marketing manager dei premium xpirits di Campari Italia, assume il ruolo di Cmo. L’aumento di capitale consentirà a Boem di ampliare ulteriormente il team con l’assunzione di nuove figure professionali altamente qualificate e motivate, con pregresso in importanti aziende del settore.

L’investimento permetterà, inoltre, di rafforzare la presenza sul mercato, anche grazie alla diffusione della bevanda attraverso una rete di distribuzione che vedrà presto Boem presente in migliaia di locali in tutta Italia e tra gli scaffali di tutte le principali insegne di supermercati, affiancando così alla notorietà del brand la possibilità di consumarla facilmente ovunque si vuole.

Boem, dentro c’è anche la holding della famiglia di Fedez

Boem, già sponsor del Milan, sarà anche presente in tutti i principali festival di musica nella penisola. Tutto questo, permetterà di raggiungere l’obiettivo di far provare il prodotto entro l’anno a milioni di italiani. I risultati positivi conseguiti nei mesi di test del 2023 hanno spinto Lmdv Capital a sottoscrivere l’aumento e diventare così socio di maggioranza con il 54% del capitale, mentre il 43% è in capo alla Happy Seltz, società controllata dalla holding Zedef della famiglia di Fedez e dalla Rome & More srl della famiglia Bernabei, e il 3% alla J Project di Jacopo Lazzarini “Lazza”.

“Quasi un milione di italiani hanno già assaporato il nostro drink e da oggi si apre l’era Boem, che ci permetterà di realizzare obiettivi di crescita molto ambiziosi e di consolidare il nostro posizionamento nel mercato dei ready-to-drink -commenta Edoardo Tribuzio, Ceo Boem-. Grazie a questo investimento, a una compagine societaria fortissima presto si uniranno nuove figure professionali che ci supporteranno nello sviluppo vogliamo che sempre più italiani, attenti a ciò che consumano anche quando si tratta di bevande alcoliche, possano scegliere Boem per iniziare al meglio il loro aperitivo”.

Boem, il drink innovativo Made in Italy

Nata a giugno 2023, Boem è attiva nel settore del beverage dei ready-to-drink, un mercato in rapida ascesa per cui è prevista una crescita dei consumi del 12% entro il 2027. Si tratta di un brand innovativo con un prodotto di grande qualità, che risponde alla crescente esigenza dei consumatori riassumibile in “bere meno alcolico e bere meglio”.

A guidare i consumi di cocktail low-alcol nel mondo, in particolare, sono GenZ e Millennials, una tendenza che accompagnerà l’industria beverage nei prossimi anni. I risultati positivi raggiunti durante la prima fase infondono fiducia nella società, che si prefigge di distribuire più di 5 milioni di lattine entro il 2025.

Boem si afferma quindi come drink Made in Italy, prodotto in Italia, che grazie alla gradazione alcolica di 4,5%, e il ridotto contenuto calorico, la posiziona attualmente sul mercato come la bevanda alcolica con meno calorie (28kcal x 100ml): una bevanda ideale per vivere al meglio un momento di convivialità senza scendere a compromessi, dedicata anche a vegani e celiaci. La lattina in alluminio è inoltre 100% riciclabile, rendendola anche una scelta ecosostenibile.

Ampliamento rete distributiva

La società ha annunciato di recente l’imminente ingresso di Boem in importanti realtà distributive. Nel mondo dell’ho.re.ca., il drink sta guadagnando la fiducia di un numero crescente di grossisti, che trovano il prodotto in linea con i bisogni latenti espressi da bar e cocktail bar. Tra quest’ultimi, Boem sta inoltre selezionando i propri flagship dove si potrà vivere a pieno l’esperienza del brand.

Nel mondo della Gdo, è attualmente distribuito da Esselunga, partnership che sta registrando vendite in linea con i marchi più noti del settore, ma i progetti futuri di espansione prevedono l’ingresso entro il 2024 in oltre 2000 nuovi punti vendita delle principali insegne della grande distribuzione, portando la presenza di Boem su tutto il territorio nazionale, comprese le isole, dove vi sarà un importante sviluppo per accompagnare gli italiani anche in vacanza. Il drink è inoltre disponibile online sul sito drinkboem.com, Bernabei e Winelivery.

Lascia un commento

Related Post