Lottomatica, in vista della quotazione sul listino principale di Milano attesa per la fine di aprile, ha individuato un intervallo di valorizzazione indicativa delle proprie azioni ordinarie pari a un minimo di 9 euro per azione e a un massimo di 11 euro per azione, corrispondente ad una capitalizzazione di mercato post aumento di capitale  rispettivamente di 2.265 milioni e 2.670 milioni.

Il prezzo di offerta potrà essere fissato all’interno, al di sotto o al di sopra dell’Intervallo di Valorizzazione dell’Offerta e sarà
reso noto dopo il completamento del periodo di offerta, che è previsto inizi il 24 aprile e termini entro il 27 aprile e che può essere abbreviato, prolungato o sospeso. Non è prevista alcun’offerta al pubblico indistinto in Italia e/o in qualsiasi altro Paese.

L’offerta di Lottomatica

L’offerta avrà un controvalore massimo complessivo di 600 milioni e sarà costituita da azioni di nuova emissione offerte dalla società per un controvalore massimo di 425 milioni di euro, rinvenienti da un aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione; e azioni esistenti per un controvalore massimo di 175 milioni detenute e offerte da Gamma Topco (azionista venditore).

L’operazione con Goldman Sachs

L’azionista venditore ha accordato a Goldman Sachs International, in qualità di stabilization manager, per conto degli Underwriters, un’opzione, esercitabile in tutto o in parte durante un periodo di 30 giorni di calendario dopo la prima data di negoziazione delle Azioni su Euronext Milan, per l’acquisto di un massimo di 10.000.000 azioni aggiuntive e di 8.181.819 azioni aggiuntive, fino ad un massimo di circa il 15% delle azioni oggetto di offerta. Il numero finale di azioni oggetto di offerta e di azioni in sovra-allocazione dipenderà dal prezzo finale di offerta.

Inoltre, si prevede che la società e l’azionista venditore stipulino con i Joint Global Coordinators, per conto delle banche, impegni di lock-up per un periodo rispettivamente di 365 giorni e 180 giorni successivi alla chiusura dell’offerta. L’avvio dell’offerta resta subordinato all’ottenimento delle necessarie autorizzazioni da parte di Borsa Italiana e della Consob.

Gli advisor

Barclays Bank Ireland PLC, Deutsche Bank, Goldman Sachs, Jp Morgan e Unicredit agiscono in qualità di joint global coordinators e joint bookrunners, Apollo Capital Solutions, Banca Akros, Bnp Paribas e Mediobanca agiscono in qualità di joint bookrunners , ed Equita Sim agisce in qualità di co-manager. Credit Suisse agisce come advisor finanziario e Unicredit come listing agent. Latham & Watkins e Paul, Weiss, Rifkind, Wharton & Garrison sono i legal advisor della società e Linklaters è l’advisor legale delle banche.

Lascia un commento

Related Post