Francesco Gaetano Caltagirone (nella foto di copertina) ha in mano il 4,953% del capitale di Mediobanca, di cui il 3,003% di azioni con diritto di voto.

E’ quanto emerge dall’aggiornamento Consob sulle partecipazioni rilevanti.

La quota di Caltagirone è variata leggermente rispetto al 26 luglio scorso, allorché Consob gli attribuiva il 5,056% del capitale, di cui il 2,063% in strumenti finanziari.

L’aggiornamento della posizione di Caltagirone nel capitale della banca d’affari è conseguenza di una comunicazione resa da Istituto Finanziario 2012 Spa, società che fa capo all’imprenditore romano.

L’1,95% del capitale di Mediobanca riferibile a Caltagirone è rappresentato da posizioni lunghe.

Caltagirone, dunque, si conferma secondo socio di Piazzetta Cuccia dietro a Leonardo Del Vecchio. I due hanno costituito una sorta di club dei super-liquidi, accumulando azioni della banca d’affari e di Generali.

Ovviamente, in vista dell’annunciato nuovo capitolo del domino delle banche, che dovrebbe coinvolgere anche asset management e settore assicurativo, in primis la compagnia triestina, c’è grande attesa per decrittare le intenzioni di Del Vecchio e Caltagirone.

1 comment

Lascia un commento

Related Post