E’ nata Balt Italy, joint venture operante nel settore dei dispositivi medici tra Balt International, azionista di maggioranza, e ab medica.

Balt International, ricorda un comunicato, “è la prima azienda di dispositivi medici al mondo a sviluppare dispositivi specifici per l’intervento neurovascolare e ha già una lunga storia di fornitura di prodotti salvavita altamente tecnologici in Italia”.

Fondata nel 1984, ab medica è un’azienda attiva nella produzione e distribuzione di tecnologie mediche, “nonché un punto di riferimento per la chirurgia robotica e l’innovazione tecnologica in ambito sanitario”. ab medica è stato per anni il distributore esclusivo dei prodotti Balt in Italia.

Gli advisor

Simmons & Simmons, nell’operazione, ha assistito Balt. Lo studio legale ha agito con un team supervisionato dal partner Edoardo Tedeschi, head of Tmt and Digital Business per l’Italia, e dalla partner Simonetta Giordano per gli aspetti di diritto francese dell’operazione. La squadra è stata gestita dalla supervising associate Alessandra Bianchi (nella foto), per la parte corporate e commercial, e dall’associate Alexandre Vernisse, per gli aspetti di diritto francese. I partner Mauro Pisapia (per gli aspetti di diritto amministrativo), Davide Sportelli (per gli aspetti di diritto del lavoro) e Marco Palanca (per gli aspetti di diritto tributario) hanno preso parte al deal.

New Deal Advisors ha assistito Balt per la valutazione finanziaria dell’operazione, operando con il socio Antonio Ficetti Gasco.

Gianni & Origoni ha affiancato ab medica. Lo studio legale ha agito con un team guidato dal senior associate Alessandro Carra (nella foto) e dai partner Stefano Grilli (co-head of the tax department) e Gherardo Cadore (corporate/M&A). La squadra è completata dal counsel Gaetano Alfarano (per gli aspetti di diritto amministrativo) e dal partner Emanuele Panattoni (per gli aspetti di diritto del lavoro).

Lascia un commento

Articolo correlato