FlyFreeAirways presenta FlightCoin, la nuova criptocurrency stablecoin in cui il prezzo è progettato per essere ancorato all’economia reale, in particolare, all’economia dei viaggi d’affari, del turismo esperienziale, ai vettori merci e ai vettori aerei privati. A lanciarla è Francesco D’Alessandro (nella foto), già fondatore e Ceo della startup innovativa FlyFreeAirways. “Questa nuova criptovaluta è pronta ad essere tra le prime monete digitali nei più importanti exchange mondiali, che non potranno che sostenerla per il suo valore aggiunto in campo finanziario e della mobilità sostenibile ed intelligente”, afferma lo stesso D’Alessandro.

La piattaforma

I bilanci delle aziende partecipanti rigorosamente selezionate e il valore dei loro beni e servizi offerti saranno certificati ed inclusi nella tecnologia blockchain. Così, gli investitori possono utilizzare i servizi per suddividere i propri investimenti tra i vari mercati: Classic Tour Operator, Business Travel Management, Turismo esperienziale, Cargo Carriers, Private Jets e, a breve, Insurance, Crowdfunding e ICO.

Nel dettaglio, FlyFreeAirways, attraverso la piattaforma waves, emetterà 100 milioni di token, unici e non riemettibili. Una quantità di token in pratica numericamente pari a 10 volte l’aumento di capitale in corso che si concluderà al 31 dicembre 2021 e che rappresenta quindi un sottostante importante tanto più che in quanto stablecoin, la stessa non avrà volatilità e continuerà a garantire sempre pagamenti istantanei globali.

Non saranno mai emessi nuovi token e gli stessi finanzieranno sia i progetti di investimento nuovi per lo sviluppo e l’innovazione del business model sia i progetti di ricerca e sviluppo nella mobilità intelligente, smart city e sostenibilità ambientale nel settore dei trasporti in generale. I token FlightCoin potranno essere acquistati sia con valuta corrente, sia con criptovaluta, ed essere utilizzati per effettuare pagamenti, fare investimenti e anche scambi oltre che per gli acquisti dei servizi degli associati e della stessa FlyFreeAirways.

Il mercato delle stablecoin 

Le stablecoin sono valute digitali ancorate a un’attività di riserva stabile, sono cioè progettate per ridurre la volatilità rispetto alle criptovalute non ancorate come i bitcoin. Sono un ponte tra il mondo delle criptovalute e le valute che si usano quotidianamente. Queste ultime hanno un valore fermo vincolato da un mezzo di scambio stabile. La stablecoin, che funziona quindi a sistema di tasso di cambio fisso, può essere pegged (ancorata) fuori dalla blockchain, da un’autorità finanziaria esterna, ad una valuta fiat (nazionale o internazionale), ad una comodity come l’oro o l’argento, oppure ad un’altra criptovaluta.
Secondo molti sono innumerevoli i vantaggi delle stablecoin, primo fra tutti un minor rischio e quindi una maggiore fiducia rispetto alle altre criptovalute. Resta tuttavia fondamentale conoscere il prodotto e capire come funziona ogni singola stablecoin. Secondo il Ceo di Unstoppable Domains, Matthew Gould, nei prossimi quattro anni il mercato delle stablecoin private crescerà esponenzialmente a prescidere dall’attuale incertezza normativa. In una recente intervista, Gould ha detto che il mercato delle stablecoin raggiungerà 1.000 miliardi di dollari entro il 2025, registrando una crescita di circa dieci volte dalla capitalizzazione.

Lascia un commento

Ultime News