Nasce lo studio legale e tributario Gemma Provaggi DeAndrè (GPD) dall’unione di Gemma & Partners, Provaggi e De André.

Andrea Gemma, Giampaolo Provaggi
Andrea Gemma, Giampaolo Provaggi

GPD ha un network di clientela corporate e istituzionale, oltre che di privati, e può contare su tre sedi, a Roma, Milano e Genova, e su un team di quaranta professionisti.

Lo studio svolge l’attività in tutti i settori del diritto all’impresa,, si legge in un comunicato, “con un focus sull’internazionalizzazione m&a, litigation e tax, proponendo competenze specialistiche e integrate (avvocati e commercialisti) e una visione orizzontale dei temi giuridici e fiscali”.

GPD, inoltre, opera sul mercato internazionale in alleanza strategica con Troutman Pepper LLP, studio AmLAw 100 che conta 1.100 avvocati e 23 sedi negli Stati Uniti. Troutman Pepper è una global firm, che opera nel diritto commerciale (corporate, finance, real estate), life sciences, costruzioni, IP, taxlitigation.

Paolo Momigliano (nella foto di copertina) è il presidente di GPD, “con la missione di consolidare la cultura professionale e accompagnare la crescita nello sfidante mercato legale”.

Paolo Castellano, dottore commercialista, è il managing partner, “che guida l’integrazione dei team di lavoro e l’organizzazione, con un forte focus su digitalizzazione, alternative fees programme e innovazione nei servizi professionali”.

Andrea Gemma (a sinistra nella foto in pagina), professore di diritto privato e avvocato,” guida lo sviluppo strategico e l’alleanza internazionale con Troutman Pepper”.

Giampaolo Provaggi(a destra nella foto in pagina), dottore commercialista, segue la fiscalità d’impresa a 360 gradi. Antonio Italiano, dottore commercialista, si occupa di consulenza fiscale, contenzioso tributario e restructuring. Ariel dello Strologo, Ivano Vigliotti ed Elisabetta Mattozzi, avvocati, coordinano le attività di litigation, m&a, corporate, real estate, construction ed energy.

I commenti

Momigliano sottolinea che “GPD mette a fattore comune l’esperienza di tre storiche realtà professionali italiane: Gemma & Partners, Provaggi e De André. Abbiamo deciso di coniugare competenze diverse, ma complementari, per offrire al mercato un’assistenza integrata in grado di erogare soluzioni globali sui temi d’impresa. L’elevato livello di expertise maturata e le specializzazioni dei nostri professionisti è una garanzia per i clienti e ci proponiamo come interlocutore unico (one stop shop) per divenire un partner strategico per il management aziendale nella gestione delle questioni giuridiche e fiscali che ogni scelta imprenditoriale e societaria sottende.

Castellano aggiunge che “non possiamo fare tutto, ma sappiamo fare molto e molto bene. Per competere sul mercato e farci apprezzare dai nostri clienti occorre proporre soluzioni qualitative a costi ragionevoli e con tempistiche immediate. Senza l’innovazione non c’è sviluppo, puntiamo sul connubio di esperienza, competenza e tecnologia, organizzando team multidisciplinari che parlano la lingua dell’impresa. Investiamo una parte significativa delle nostre risorse su digitalizzazione e automazione dei processi, per sostenere la crescita dei giovani talenti e garantire allo studio sostenibilità nel tempo”.

Gemma definisce GPD “un’organizzazione di persone affiatate, competenti e consapevoli delle complessità dei contesti sociali ed economici in costante evoluzione. La maggior parte dei colleghi lavorano insieme da decenni e sono diventati un sistema esperto, che vanta un notevole track record nella gestione di sofisticate dispute, articolate operazioni societarie e nella negoziazione di accordi nei settori industriali in cui l’Italia eccelle”.

Provaggi conclude: “Ciascuno di noi porta con sé un incomparabile bagaglio di esperienze maturate in decenni di attività professionale sulle maggiori questioni giuridiche e fiscali del diritto d’impresa. Oggi e ancora di più in futuro, il valore aggiunto per i nostri clienti passa dal saper affrontare ogni questione da diverse angolature per fornire risposte personalizzate, efficienti ed efficaci, nel rispetto di tempistiche stringenti e in relazione ad attività innovative che offrono problemi da risolvere inediti e complessi”.

Lascia un commento

Related Post