Un rally da Reggio Emilia a Liverpoool. Newlat Food, azienda agroalimentare italiana che controlla i marchi Giglio, Polenghi Lombardo e Delverde e specializzata nel settore dei cibi in scatola, dei succhi di frutta, delle conserve di pomodoro e olio, ha sottoscritto un accordo per l’acquisizione del 100% del capitale sociale di Princes Limited.

L’acquisizione del gruppo alimentare britannico fondato a Liverpool nel 1880, attualmente di proprietà di Mitsubishi Corporation, ha un corrispettivo, su base debt free e cash free, di 700 milioni di sterline. Nel dettaglio, 650 milioni da versare in contanti e 50 milioni da versare in azioni Newlat Food. Con l’acquisizione di Princes, il gruppo raggiungerà un fatturato consolidato di circa 3 miliardi di euro.

I dettagli del deal

Il deal prevede che Newlat Group venderà a Mitsubishi Corporation 9.319.481 azioni Newlat Food al prezzo di 6,30 euro per azione. Al completamento dell’operazione prevista, Mitsubishi Corporation diventerà il secondo maggiore azionista di Newlat Food con il 21,2% dei diritti economici e il 15,1% dei diritti di voti. Al complemento dell’operazione, Newlat Food cambierà nome e diventerà New Princes Group.

Il closing entro luglio 2024

L’operazione prevista sarà finanziata attraverso la liquidità disponibile della società, il finanziamento soci e un prestito di 300 milioni che sarà erogato da un pool guidato da Unicredit e Bnl Bnp Paribas in qualità di Global coordinator e comprende Bookrunner, comprende Rabobank, Commerzbank, Banco Bpm e Bper. Il closing dell’operazione, subordinato all’ottenimento delle autorizzazioni antitrust da parte delle autorità competenti e alla consultazione del comitato aziendale europeo e olandese all’interno del gruppo Princes, è previsto entro la fine di luglio 2024.

Un po’ di storia

Newlat Food nasce nel 2004 e sviluppa la sua crescita in seguito a una serie di acquisizioni in stabilimenti chiave nel Nord e nel Centro Italia come il complesso di Pezzullo di Eboli da Nestlé nel 2005 e lo stabilimento di Corte De’ Frati a Cremona dal marchio Corticella da Euricom. Oggi si caratterizza per 31 stabilimenti in Italia, un consolidato posizionamento nel mercato domestico e una presenza rilevante sui mercati del Regno Unito e della Germania nonché una importante presenza in altri 60 paesi. Il gruppo è attivo principalmente nei settori pasta, lattiero-caseari, instant noodles, preparati per torte, prodotti da forno e prodotti speciali, in particolare health & wellness, gluten free e baby food. Il gruppo ha chiuso il 2023 con un fatturato di 793 milioni di euro.

Avvio super positivo in Borsa dopo l’offerta

A Piazza Affari, dopo l’offerta per l’inglese Princes, NewLat guadagna oltre l’8% a 6,85 euro, ben al di sopra del prezzo d’ingresso di Mitsubishi Corporation a 6,3 euro per azione, finalizzato al finanziamento dell’operazione.

Gli advisor

Newlat Food è stata assistita da Lca Studio Legale e da BonelliErede. Lca ha agito con un team composto, sia per aspetti corporate ed M&A, che per i profili di diritto inglese, dalla partner Leah Dunlop e l’associate Valerio Navarra.

Il team di BonelliErede è guidato dal partner Gianfranco Veneziano, membro del Focus Team Equity Capital Markets, e composto, per tutti gli aspetti Ecm, corporate ed M&A, dalla managing associate Francesca Peruzzi, anche lei parte dello stesso Focus Team, dagli associate Tommaso Trezzi e Riccardo Viel e da Pietro Ramaglia e Leonardo Gastaldo. L’of counsel Maurizio Pappalardo, l’associate Gillian David e Filippo Callisto hanno curato i profili antitrust; il socio Luca Perfetti, insieme all’associate Andrea Gemmi e Maria Beatrice Ghisolfi, quelli golden power.

Mitsubishi Corporation è stata assistita da A&O Shearman con un team guidato a Londra dai partner M&A Alex Tilley e Stephen Mathews, e in Italia dal partner Paolo Nastasi e dalla counsel Alessandra Pala, con il senior associate Marco Biallo e l’associate Alessandro Negri. Il team in Italia è stato compost dal counsel Luca Amicarelli e dall’associate Arianna Fletcher per gli aspetti regolamentari e golden power e dal partner Livio Bossotto e dall’associate Federica Melegari per gli aspetti di diritto del lavoro.

Lascia un commento

Articolo correlato