Nextalia Sgr ha chiuso la prima fase di raccolta di Nextalia Private Equity, fondo alternativo di tipo chiuso riservato, a quota 563 milioni di euro.
La società di gestione del risparmio promossa da Francesco Canzonieri (nella foto di copertina), insieme a Intesa Sanpaolo, UnipolSai Assicurazioni, Coldiretti e Micheli Associati, si legge in un comunicato, ha raggiunto il traguardo dopo “soli due mesi dall’avvio della commercializzazione successiva al nulla osta Consob”.
Nextalia punta a effettuare il final closing del fondo nel corso del primo semestre dell’anno prossimo, raggiungendo l’ammontare massimo di raccolta previsto dal regolamento, pari a 800 milioni di euro, “posizionandosi come il fondo italiano di private equity di riferimento focalizzato su investimenti domestici”.
La raccolta ha visto le sottoscrizioni di oltre quindici gruppi bancari e assicurativi (circa 45% della raccolta), family office e imprenditori (circa 35% della raccolta), più di dieci tra casse di previdenza e fondazioni bancarie (circa 20% della raccolta, incluso il commitment di Nextalia Sgr e del management team.

La strategia di investimento e il team

Nextalia Private Equitysi focalizza su partecipazioni, principalmente di
maggioranza, in imprese italiane ad alto potenziale di crescita, proponendosi come partner di riferimento per accelerarne il percorso di creazione di valore sostenibile e di espansione attraverso l’accesso al network proprietario, a investimenti di capitale e supporto manageriale, preservandone al contempo il legame con i territori di riferimento”.
Nextalia “ha sviluppato una pipeline proprietaria di opportunità di investimento in avanzato stato di negoziazione, di cui alcune in esclusiva”.

L’Investment team, guidato da Canzonieri, insieme ai partner Alberto Vigo, Matteo Ricatti e Giorgio Libotte, si rafforzerà ulteriormente con l’ingresso a partire da gennaio di un terzo investment director “proveniente da un primario fondo di private equity”.

Infine, è stato recentemente rafforzato anche il team di industrial advisors con la nomina di Vincenzo Morabito (Bocconi) in ambito digital & IT.
Canzonieri sottoinea che “il successo della raccolta del fondo rappresenta una chiara testimonianza dell’attenzione e dell’impegno dei nostri azionisti e dei nostri investitori a contribuire allo sviluppo delle imprese italiane e del Paese. Credo fermamente che il private equity possa rappresentare un importante motore di sviluppo a supporto del tessuto imprenditoriale italiano, rafforzando la capacità di crescita anche tramite acquisizioni, investimenti in capitale umano e tecnologia. Nextalia ha un posizionamento distintivo per cogliere tale opportunità, grazie ad un network esclusivo di solide relazioni nella
business community, ad un team di elevato standing e ad un approccio industriale volto alla creazione di valore sostenibile.

Lascia un commento

Ultime News