Nextalia Sgr ha completato la raccolta di Nextalia Ventures, fondo alternativo di tipo chiuso riservato a investitori professional a soli sei mesi dall’avvio della commercializzazione. Il fondo ha raggiunto l’obiettivo di hard cap di 150 milioni, raccogliendo sottoscrizioni da una base investitori di primario standing così composta.

Per il 40% da casse di previdenza e investitori istituzionali; per il 30% da gruppi bancari e assicurativi italiani; per il 30% da family office e imprenditori (incluso il commitment di Nextalia Sgr). Tra gli investitori del fondo figura anche VenturItaly II, il nuovo fondo di fondi di Cdp venture capital Sgr dedicato agli investimenti in imprese a elevato tasso di innovazione.

La strategia di investimento si concentra su startup e scaleup tecnologiche nelle fasi di early growth e mid growth. Il fondo mira a posizionarsi come il partner di riferimento degli imprenditori che sviluppano soluzioni innovative in ambito b2b software e servizi. Particolare attenzione ai settori fintech, insurtech, edtech, agritech e healthtech. L’attività di Nextalia Ventures sarà orientata anche verso investimenti che promuovono la sostenibilità ambientale, l’inclusione sociale, la formazione e l’uso responsabile della tecnologia. Nella convinzione che l’innovazione tecnologica possa essere un potente motore di cambiamento concreto e sostenibile.

Chi guida Nextalia Ventures e gli advisor dell’operazione

Il Fondo è guidato da un comitato investimenti presieduto da Francesco Canzonieri, insieme ai co-head dell’investment team Attilio Mazzilli e Sergio Zocchi, e al partner Federico Lonoce. L’investment team si avvale inoltre delle professionalità dell’investment director Fiammetta Mataloni e dell’investment analyst Federico Valla.

Nextalia e l’investment team saranno affiancati da un gruppo selezionato di strategic advisor, professionisti internazionali con una conoscenza strategica, tecnica e commerciale unica sul mercato dei settori di interesse del Fondo.  Nextalia è stata assistita da Giovannelli e Associati per i profili regolamentari e da Gatti Pavesi Bianchi Ludovici per i profili fiscali.

Lascia un commento

Articolo correlato