doValue (nella foto di copertina, l’amministratore delegato Andrea Mangoni) ha ottenuto un nuovo mandato di servicing da 6 miliardi di euro, chiamato Progetto Frontier. Il mandato è relativo a una cartolarizzazione di crediti deteriorati in Grecia, che è stata effettuata da National Bank of Greece (Nbg).

Il deal, effettuato attraverso la controllata doValue Greece, aumenterà le masse in gestione in Grecia, passando a 32 miliardi dai 26 miliardi al 30 giugno scorso.

Il Progetto Frontier è la prima cartolarizzazione di crediti deteriorati da parte di Nbg, la più grande banca greca per totale attivo, sotto l’Hellenic asset protection scheme.

Fondi e veicoli gestiti da Bain Capital e Fortress acquisteranno il 95% delle note mezzanine e junior che verranno emesse da uno special purpose vehicle, che acquisirà il portafoglio. doValue Greece ricoprirà il ruolo di servicer.

Il prezzo per l’acquisizione del mandato di servicing da parte di doValue è di circa 35 milioni di euro e sarà finanziato dalla società con risorse finanziarie proprie.

Lascia un commento

Related Post