Nuo, guidata dall’amministratore delegato Tommaso Paoli, entra nel settore food. La società ha acquisito il 26,4% di Andriani, azienda pugliese che produce pasta alternativa a base di materie prime senza glutine, fatta con cereali e legumi. Andriani manterrà maggioranza e management aziendale, guidato da Michele e Francesco Andriani e l’operazione permetterà di accelerare il piano di sviluppo industriale, declinato su diversi fronti.

L’intenzione, infatti, è quella di espandersi nel mercato americano – con un nuovo stabilimento di produzione – e in quello asiatico; incrementare gli investimenti in innovazione e in progetti di filiera per accrescere ulteriormente la qualità dei prodotti a beneficio dei consumatori; fare ulteriori investimenti in progetti di sostenibilità a lungo termine, incluso il raggiungimento della neutralità carbonica dello stabilimento, previsto entro il 2025, avendo al proprio fianco un partner capace di comprenderne, rispettarne e valorizzarne i principi, il modo di operare virtuoso, la visione innovativa.

Gli advisor

La famiglia Andriani è stata assistita nell’operazione da Ubs mid-market in qualità di advisor finanziario, con un team coordinato da Daniele Camicia con il contributo dell’associate director Tommaso Pazienza (nella foto) e dell’analyst Lorenzo Gherardi.

Per il completamento dell’operazione Andriani si è altresì avvalsa di Pwc per la vendor due diligence finanziaria, con un team formato da Federico Mussi, Maria Teresa Ceglia e Raffaele Ruggiero, e dello studio Orrick, Herrington & Sutcliffe per gli aspetti legali, con un team composto dai partner Attilio Mazzilli e Alessandro Vittoria, con il contributo di Livia Maria Pedroni (of counsel) e Ginevra Rebecchini (associate).

Il team Nuo, composto dal partner Eugenio Conforti, dal director Luca Bossi e dall’associate Simone Oddo, è stato assistito dagli avvocati Luigi Vaccaro, Mario Pelli Cattaneo e Simona Granieri dello studio Chiomenti per gli aspetti legali, da Gitti and Partners per gli aspetti fiscali e da Deloitte per la dd finanziaria.

Lascia un commento

Related Post