Se è ormai chiaro a tutti che l’m&a in questo 2021 non solo sia ripartito ma stia raggiungendo livelli record, ciò che forse deve ancora emergere con chiarezza sono i driver che guideranno l’attività di crescita delle imprese. Uno di questi è e sarà sempre di più l’open innovation.

Già ora ci sono dei segnali di questa tendenza. Stando a un ultimo dei tanti report reperibili sul tema di PwC in Italia gli investimenti in technology hanno coperto circa l’83% del volume delle transazioni sul mercato italiano nel primo semestre 2021. A livello globale l’industry in testa alla classifica sia per numero operazioni, che in termini di valore è il TMT (Tecnologia, Media e Telecomunicazioni), con oltre 7.600 operazioni a livello mondiale per un valore di quasi 750 miliardi di dollari.

Se guardiamo alle operazioni, ad esempio, sulle dieci più grandi individuate da Mergermarket , tre riguardano società società tecnologiche (Cerved, Cedacri e il tandem Nexi-Sia). Ma la svolta verrà sarà per le pmi. Come ha ricordato Stephane Klecha di Klecha & Co. in questa intervista con Dealflower, le imprese hanno sempre più bisogno di integrare tecnologia nella loro attività. Attraverso l’acquisizione o l’investimento – anche in minoranza – in società tecnologiche è possibile integrare quei servizi utili per la gestione interna, per un migliore rapporto con i clienti o per integrare nuove tecnologie nel proprio business.

I campi più richiesti? Intelligenza artificiale, internet of things, cloud e big data. I benefici? Acquisire competenze, prodotti e processi che possono sbloccare nuove fonti di crescita e ricavi. Ma anche integrare una cultura diversa, come driver chiave della crescita futura. 

Certo, l’acquisizione di un’azienda ancora non totalmente formata come può essere una startup o di un nuovo business può essere rischioso e i manager e gli imprenditori devono agire un po’ più come venture capitalist, ma sono operazioni di lungo termine più orientati a inglobare processi aziendali virtuosi che ad avere effetti immediati.

La strada sembra tracciata, chi la percorrerà di più sarà il vincitore del prossimo futuro.

 

 

Lascia un commento

Ultime News