Orienta Capital Partners, società specializzata in investimenti in pmi con potenziale di crescita, ha ceduto la partecipazione di maggioranza di Passione Unghie a Trilantic Europe, operatore di private equity paneuropeo. I fondatori Christiana Asekun (nella foto sotto) e Fabio Covioli manterranno una quota di minoranza, così come Orienta Capital Partners. La valutazione dell’operazione si aggira intorno agli oltre 200 milioni di euro, riportano alcune fonti a Dealflower.

Fondata nel 2011 a Vicenza e con sedi in Spagna, Francia, Germania e Regno Unito, Passione Unghie è una realtà nativa digitale al 100% specializzata in prodotti per la cura delle unghie con un focus primario sui prodotti basati su raggi Uv. I suoi prodotti principali sono semipermanente, “nail builder” e smalto gel.

Nel 2019 Orienta Capital Partners ha acquisito la maggioranza della società: da quel momento la realtà è cresciuta passando da avere 17 milioni di fatturato a 43 milioni nel 2021 con un Ebitda di 16 milioni di euro. Si tratta di un margine di circa il 37%, sottolineano le fonti, che sarà replicato anche quest’anno. Il 2022, quindi, sembra promettere ottimi risultati: l’azienda crescerà di un altro 20% di fatturato, aggiungono le fonti.

I player

Orienta Capital Partners, con sede a Milano e a Forlì, è una società specializzata in investimenti – col ruolo di lead-investor in pmi dal potenziale di crescita. Dal 2017, Orienta ha perfezionato 12 investimenti: Sidac (flexible packaging, venduta a Schur Flexibles Group nel 2021), Bassini 1963 e Glaxi Pane (prodotti da forno surgelati), Fa (Aeroporto di Forlì), Passione Unghie (cosmetica, la quota di maggioranza della quale è stata venduta a Trilantic Europe nel 2022), Virosac e Rapid (sacchi per nettezza e conservazione cibo), Acqua Pejo e Goccia di Carnia (acque minerali), Lma (aerospace), New Penta (nutraceutica), Rockin’1000 (grandi eventi live).

I soci di Orienta sono Augusto Balestra (nella foto di copertina), Giancarlo Galeone, Mario Gardini, Lorenzo Isolabella, Sergio Serra e Paolo Strocchi. A loro si è aggiunto lo scorso novembre Marco Bizzarri che è entrato entra nel capitale di Orienta Capital Partners.

Trilantic Europe è un operatore indipendente di private equity specializzato in operazioni di buyout di mid-market. Trilantic Europe è gestita da un gruppo di 30 professionisti ed ha sedi operative a Londra, Milano, Amburgo, Madrid e Lussemburgo. Dal 2004 Trilantic Europe ha investito oltre 2,4 miliardi di euro in 26 società e attualmente gestisce circa 2,3 miliardi di Euro di asset da un’ampia base di investitori.

Gli advisor

Trilantic Europe è stata assistita da Lincoln International, da Bcg, Ey, Erm e Foglia & Partners.

Lmcr ha agito con un team composto da Massimo La Torre, Elmar Zwick, Priscilla Conti e Francesco Bernardi.

Orienta Capital Partners e i fondatori sono stati assistiti da Shearman & Sterling con Fabio Fauceglia, Leonardo Pinta, Eugenio Zupo e Chiara Iannuzzi, Roland Berger e Ey.

Jefferies è stato sole sell side advisor di Orienta e dei fondatori con un team guidato da Mauro Premazzi.

I fondatori poi sono stati assistiti anche da Alberto Bianco e Martina Villa di Pavia e Ansaldo e Debora Cremasco dello studio Lambertini.

Eurazeo e Hig, finanziatori dell’operazione, sono stati assiti dallo studio legale Dentons, con il partner Alessandro Fosco Fagotto, il counsel Tommaso Zanirato e l’associate Gaia Grossi.

Lincoln International ha agito quale debt advisor con un team guidato da Daniele Candiani e composto da Matteo Cupello e Giorgio Raimondi.

Lascia un commento

Related Post