Panariagroup, società attiva nella produzione e distribuzione di superfici in ceramica per pavimenti e rivestimenti, ha ottenuto un finanziamento diretto Bei di 50 milioni di euro. Questo è finalizzato all’acquisto di nuove tecnologie all’avanguardia e all’investimento in ricerca e sviluppo su prodotti e processi innovativi.

I dettagli

Come spiegato tramite un comunicato, gli investimenti in nuove tecnologie e macchinari all’avanguardia saranno realizzati principalmente in cinque stabilimenti in Emilia-Romagna e, in parte, in due siti ubicati in Portogallo nel distretto di Aveiro. Sono inoltre previsti investimenti in ricerca e sviluppo su prodotti e processi innovativi che permetteranno di migliorare l’efficienza produttiva e, in parallelo, di ridurre il consumo di energia e quindi diminuire i costi di produzione.

Queste tecnologie innovative permetteranno infatti di utilizzare fonti di energia rinnovabili, come, ad esempio, biocarburanti o idrogeno verde nei forni per la cottura delle ceramiche, in alternativa al gas metano. Si stima che il finanziamento Bei contribuirà ad acquisire macchinari più efficienti che garantiranno, a progetto ultimato, una riduzione di emissioni nell’ordine del 15% rispetto ai macchinari attuali, con ulteriori riduzioni possibili dovuti all’’utilizzo di combustibili rinnovabili.

Inoltre, parte degli investimenti contribuiranno ad internalizzare alcune fasi del processo produttivo per semplificare la catena di approvvigionamento e, allo stesso tempo, ridurre le emissioni di Co2 e l’utilizzo di materiale per imballaggi, trasporto e spedizione.

Gli advisor

Ethica Group, attraverso la controllata Ethica Debt Advisory ha assistito Panariagroup nella strutturazione del finanziamento.

Il team di Ethica Debt Advisory che ha collaborato all’operazione è composto da Marco Borgonovo e Andrea Davide D’Avanzo.

Lascia un commento

Related Post