Al via lo sviluppo del progetto di rigenerazione urbana Milanosesto, grazie all’investimento di 500 milioni di euro nel nuovo fondo immobiliare Unione 0, gestito da Prelios, da parte di Kia-Kuwait investment authority, fondo istituito nel 1953. Fanno da tramite Cale Street, società finanziaria e di investimento immobiliare con base a Londra che ha siglato con Hines, advisor strategico e development manager di Milanosesto.

Gli scavi, che riguardano 250mila metri quadrati di superficie, partiranno proprio questo mese ed entro la fine dell’anno saranno avviate le opere di costruzione. Si stima un giro d’affari generato fino alla fine dei lavori – prevista nel 2025 – di oltre un miliardo di euro, con la creazione di oltre 2.100 posti di lavoro. Il progetto di riqualificazione urbana si focalizza su un’area di 1,5 milioni di metri quadrati a Sesto San Giovanni, dove fino al secolo scorso sorgevano le Acciaierie Falck.

Hines, oltre che investitore per lo sviluppo di Unione 0, tramite Hines Italy è anche advisor strategico e development manager di MilanoSesto, mentre Prelios, oltre che gestore del fondo Unione 0, agisce quale asset e project manager dell’intera iniziativa.

Progettato dallo studio di architettura internazionale Foster + partners, i sette edifici che saranno realizzati sono firmati da Antonio Citterio Patricia Viel (Acpv) per spazi direzionali e hotel, Barreca & La Varra per le residenze in edilizia convenzionata, Park associati per  lo studentato elo studio di architettura Scandurra per le residenze libere.

“Crediamo fortemente in questo progetto così strategico e sfidante, e fin dal primo giorno la nostra squadra ha lavorato con grande passione e determinazione, con l’obiettivo di realizzare un nuovo polo urbano sostenibile e inclusivo, per riattivare un territorio trascurato da decenni a beneficio di tutte le comunità – ha commentato Mario Abbadessa (nella foto), senior managing director & country head di Hines Italy – La presenza di Intesa Sanpaolo, sin dalle prime fasi del progetto, è stata fondamentale per garantire che questa importante opportunità per tutto il Paese da visione potesse avviarsi concretamente”.

Gli advisor

Chiomenti ha assistito Hines con un team multidisciplinare coordinato dal socio Umberto Borzi coadiuvato dal managing counsel Corrado Borghesan con gli associate Alessandro Giacosa e Maria Petrone per gli aspetti societari, dal socio Vincenzo Troiano con la senior associate Flavia Pagnanelli per gli aspetti regolamentari, dal socio Andrea Giannantonio con la senior associate Giulia Bighignoli e l’associate Giovanni Scavone per gli aspetti fiscali, il socio Luca Bonetti e l’associate Maria Vittoria Zaccaria hanno seguito gli aspetti legati al finanziamento.

Allen & Overy ha assistito Hines per gli aspetti organizzativi e regolamentari in relazione alla costituzione di veicoli di investimento con un team internazionale guidato dal partner Nick Williams, coadiuvato dal partner Jean Christian Six e dalle senior associate Julie Gilliaux e Olivia Butcher dalle sedi di Londra e Lussemburgo.

Lo Studio Belvedere Inzaghi & Partners ha assistito Hines con un team composto da Guido Inzaghi, co-founder, Tommaso Fiorentino, senior associate, e Andrea Ceriani, associate. In particolare è stata predisposta la due diligence legale amministrativa in relazione ai procedimenti urbanistici e per le opere pubbliche messi in atto nel 2020 e nel 2021, con predisposizione di comfort e reliance letters a favore dell’investitore finale; è stata fornita assistenza sugli aspetti urbanistici ed edilizi posti a base degli accordi tra la “MilanoSesto” e il Fondo “Unione 0” e per il subentro di quest’ultimo nei procedimenti e atti urbanistici approvati.

Ey ha assistito Hines per tutti gli aspetti fiscali dell’investimento, inclusa la fase di due diligence e della strutturazione dell’operazione, con un team cross border guidato da Alessandro Padula. Il team italiano di EY è stato coordinato da Mario Naydenov e Aurelio Pensabene, coadiuvati da Pamela Nittoli e Alessandra Bramanti. Il team di Ey Lussemburgo, coordinato da Dietmar Klos coadiuvato da Gergely Szatmari, ha assistito Hines per gli aspetti fiscali di diritto lussemburghese relativi all’operazione.

Gatti Pavesi Bianchi Ludovici ha assistito Intesa Sanpaolo e le banche finanziatrici di MilanoSesto con un team guidato dal partner Andrea Limongelli con il senior associare Stefano Motta e l’associate Alessandro Carta Mantiglia.

Dentons ha seguito gli aspetti ambientali, occupandosi in particolare delle procedure di bonifica che interessano l’intervento di riqualificazione, con il partner Federico Vanetti e l’associate Lorenzo Ugolini.

Cale Street è stata assistita da Gibson Dunn e Crutcher LLP & Legance – Avvocati Associati con un team composto dal senior partner Bruno Bartocci e dal managing associate Riccardo Daguati.

Lascia un commento

Related Post