Conceria Pasubio ha prezzato alla pari un bond da 340 milioni di euro. L’emissione servirà a finanziare il buyout di PAI Partners, che ha acquisito il gruppo da CVC Capital Partners.

Il bond, si legge in un comunicato, ha una cedola del 4,5% e scadenza settembre 2028.

Con sede ad Arzignano (Vicenza), Pasubio è guidata dai fratelli Alberto e Luca Pretto (nella foto di copertina) ed è presieduta da Gianandrea De Bernardis (anche presidente di Cerved). Oltre l’80% del business è generato all’estero, fornendo pelli per gli interni dei più importanti  brand di auto di lusso. Tra i principali clienti figurano Jaguar Land Rover, Volkswagen (Porsche, Lamborghini, Bentley e Skoda), FCA (Maserati e Alfa Romeo), Bmw e Psa.

La scheda dell’azienda

Il gruppo vicentino opera con sei stabilimenti, di cui cinque in Italia e uno in Serbia, e 518 dipendenti. Pasubio ha chiuso il 2020 con ricavi in calo a 265 milioni di euro (dai 316 milioni del 2019), ma con un ebitda in crescita a 65 milioni (da 60 milioni).

Pasubio nei giorni scorsi ha annunciato l’acquisizione della tedesca Hewa Leder, società specializzata nella produzione di pelle per la fascia premium luxury del settore automotive e dello yachting,  fornitrice esclusiva di Rolls Royce, delle serie ultralusso ed extrasportive di Bmw e Audi e di aziende nautiche.

CVC aveva rilevato dalla famiglia Pretto il 90% del gruppo nel giugno 2017 sulla base di un enterprise value di 285 milioni. PAI Partners, secondo indiscrezioni di mercato, ha comprato Pasubio sulla base di una valutazione di 600 milioni.

Lascia un commento

Ultime News