Reaxing, azienda innovatrice nel campo delle attrezzature per il training, ha sottoscritto un accordo con il fondo del Qatar Legacy Investments, il quale acquisisce la quota del 40% tramite aumento di capitale in qualità di lead investor insieme al fondatore di Pitch International Paul McGrath e ad Aser, società attiva nel mondo degli investimenti in sport, media e tecnologia.

L’interesse di tali investitori è scaturito a seguito dell’adozione della tecnologia Reaxing, nel miglioramento delle prestazioni e nella prevenzione e recupero dagli infortuni, da parte di campioni di ogni disciplina in più parti del mondo: club di calcio come Paris Saint-Germain, Milan, Juventus, Ajax e Liverpool, comitati olimpici (Cina, ad esempio) e federazioni sportive che vanno dalla pallavolo al rugby, centri di High Performance Training come il Med-Ex Ferrari di Maranello o la Mouratoglou Tennis Academy in Costa Azzurra, istituti di fisioterapia e riabilitazione diffusi da New York a Dubai, oltre a notissime catene internazionali di Health Club come Virgin Active e Sports World.

Strategie e obiettivi di Reaxing

Reaxing raddoppia il suo patrimonio e si prepara a una nuova fase di espansione a livello globale del rivoluzionario allenamento “neuroreattivo” nei settori High Performance e Medical, grazie ad attrezzature evolute basate sull’innovazione Sudden Dinamic Impulses: una tecnologia progettata per erogare impulsi dinamici durante l’allenamento al fine di stimolare una migliore risposta neurocognitiva e neuromotoria in atleti di ogni sport e utenti di ogni età.

Dal 2016, anno di fondazione, l’azienda aveva già ottenuto considerevoli validazioni di mercato, con un fatturato cumulativo di circa 24 milioni di euro e vendite in decine di Paesi nel mondo, oltre a prestigiosi premi internazionali per l’innovazione e per il design.

Nel futuro Reaxing S.p.A, forte delle importanti collaborazioni e referenze, punterà a specializzarsi ulteriormente nel mondo dello sport High Performance e a rafforzare il settore medicale, in particolare il mondo della neuroriabilitazione cognitiva e motoria. Saranno quindi progettate e prodotte nuove attrezzature specifiche per il segmento della Longevity, della Silver Age Economy e quindi dell’Active aging, con protocolli che sempre più connoteranno i training device Reaxing come vere e proprie “macchine del tempo”.

Commento all’operazione

“Abbiamo creato una linea di prodotti tecnologicamente avanzati e dal design di puro stile italiano, apprezzata dai migliori team sportivi, da atleti d’élite e dalle tantissime persone che fanno dell’attività fisica un motivo di benessere, per una vita più lunga e più sana – ha sottolineato Romolo Angellotti, Ceo di Reaxing. Siamo orgogliosi del fatto che, tra le migliori aziende al mondo del nostro settore, partner di tale prestigio abbiano scelto noi per affiancarci in un progetto di espansione globale che metta il risultato delle nostre ricerche a servizio di quante più persone possibili”.

“Dopo aver completato con successo il processo preliminare per la quotazione in Borsa e aver anche valutato l’ingresso di autorevoli fondi di investimento, abbiamo optato per Legacy Investments, Paul McGrath e Aser –ha dichiarato Gionata D’Alesio, presidente e fondatore di Reaxing- perché siamo convinti che rappresentino la migliore partnership per valorizzare le innovative soluzioni che Reaxing ha portato al mondo del training professionale e per affiancarci nel percorso verso nuovi e più ambiziosi traguardi”.

“Nei prossimi anni Reaxing sarà sempre di più un’azienda orientata verso il mondo della riabilitazione, del medicale e della longevità, settori dove occorrono solide basi scientifiche e dove gli investimenti in ricerca e sviluppo saranno tantissimi –ha concluso Roberto Frassinelli, vicepresidente di Reaxing-. L’arrivo dei nuovi partner accelererà il percorso verso quella che è la sfida del futuro ed è la più vasta e indiscussa richiesta del mercato. Meno del 10% della popolazione si allena, ma il 100% … invecchia”.

Lascia un commento

Related Post