Gruppo Rentokil Initial, attiva a livello mondiale nella fornitura di servizi per la gestione degli infestanti e servizi per l’igiene, si amplia con l’ingresso di Lfree, specializzata nei servizi di monitoraggio e consulenza per la gestione dei rischi legati alla contaminazione da Legionella.

L’operazione ha visto l’acquisizione dell’intera partecipazione nel capitale di Lfree da parte della Rentokil Initial Italia che diventa pertanto socio unico; le due entità collaboreranno sotto la direzione e il coordinamento della capogruppo Rentokil Initial Plc.

Fotografia del settore

La legionella è un batterio responsabile di un’infezione,  la legionellosi, che interessa prevalentemente l’apparato respiratorio e si trasmette tramite inalazione di aerosol contaminato dal batterio legionella. Diventa quindi fondamentale adottare adeguate misure preventive volte a contrastare la moltiplicazione e la diffusione di legionella negli impianti che in qualche modo generano nebulizzazione dell’acqua, come gli impianti idro-sanitari, di condizionamento, le torri di raffreddamento oppure gli impianti che distribuiscono ed erogano acque termali, piscine e vasche idromassaggio e di molti processi produttivi.

Il rischio di epidemie si previene da una parte tramite una corretta progettazione e realizzazione degli impianti, dall’altra e soprattutto attraverso la corretta gestione degli stessi e il controllo dei livelli di legionella. Questo controllo può avvenire solo tramite la verifica regolare e specifica di campioni di acqua, così da diminuire la probabilità di una contaminazione batterica grave e intervenire prontamente ove necessario.

Il problema delle patologie legate alla proliferazione del batterio della legionella sta diventando sempre più rilevante come evidenziato dal progressivo aumento del numero di casi, da 250 casi circa nel 2000 a 2.750 nel 2021, grazie anche a una migliore identificazione e segnalazione delle infezioni. Conseguentemente si riscontra una progressiva attenzione legislativa al controllo di tutti i possibili rischi derivanti dal non monitoraggio del batterio.

Gli obiettivi Rentokil Initial con la nuova acquisizione

Con l’acquisizione di Lfree, il gruppo è in grado di rispondere alle emergenti richieste del mercato e a un tema, quello della Legionella, che sta assumendo sempre più rilevanza a livello legislativo e di sensibilità collettiva. Questa acquisizione consolida la presenza del gruppo in Italia rafforzando ulteriormente il business e confermando la missione di Initial.

Considerato l’ingresso all’interno di un nuovo settore, il gruppo Rentokil Initial ha individuato e scelto di acquisire una società con competenza tecnica e professionale fondata da Francesco Santi oltre 17 anni fa. Un’acquisizione che trova valore e rafforza la nuova missione aziendale di “Proteggere le persone, migliorare la qualità della vita e preservare il pianeta”.

Grazie all’unione con Lfree, Rentokil Initial potrà mettere al loro servizio dei propri clienti un ampio know-how tecnico e un’offerta diversificata di servizi per l’igiene, frutto anche dei continui investimenti in ricerca e sviluppo che il gruppo sostiene per essere sempre all’avanguardia nella gestione e monitoraggio di agenti patogeni in grado di causare malattie nelle persone. Tutte le soluzioni offerte da Rentokil Initial nascono infatti dalle attività condotte presso il Centro di Ricerca internazionale con sede nel Regno Unito e dall’esperienza del Gruppo che opera oggi in più di 90 Paesi a livello globale.

Commento all’operazione

“Considerata la crescente strategicità del settore, il gruppo Rentokil Initial ha deciso di estendere la gamma di servizi offerti alla gestione dei rischi legati alla legionella, confermandosi e completando così il proprio posizionamento di esperti di Igiene a 360 gradi. L’inclusione di questa nuova società permette a Initial di lavorare sempre di più, facendo leva sulle competenze tecniche e scientifiche della società acquisita; incrementando la capillarità e la capacità di formazione della propria struttura operativa e fornendo così le giuste risposte alle esigenze e richieste di mercato sempre più forti” commenta Gabriele Poggianti, business director Hygiene.

Lascia un commento

Related Post