L’industria del risparmio gestito italiano ha archiviato il secondo trimestre con una raccolta positiva pari a 21,462 miliardi di euro. Da inizio anno gli afflussi ammontano a 51,336 miliardi.

E’ quanto emerge dalla mappa trimestrale di Assogestioni.

La performance del secondo trimestre è merito soprattutto delle gestioni collettive (+18,303 miliardi), mentre le gestioni di portafoglio hanno raccolto 3,159 miliardi.

La corsa dei mercati azionari ha trainato la raccolta dei fondi aperti: +17,146 miliardi. All’interno della categoria dei fondi di lungo termine, gli azionari (+8,407 miliardi) e i bilanciati (+7,737 miliardi) hanno fatto la parte del leone. Segno più anche per gli obbligazionari: +3,023 miliardi. Deflussi da monetari (-969 milioni), flessibili (-918 milioni) ed hedge (-133 milioni).

Il patrimonio gestito è salito a 2.520 miliardi da 2.469 miliardi di fine marzo.

Guardando alle performance delle società di gestione, il gruppo Intesa Sanpaolo nel secondo trimestre ha raccolto 3,563 miliardi. Bene anche Amundi (+2,873 miliardi), Anima Holding (+1,23 miliardi), Poste Italiane (+3,106 miliardi) e Blackrock (+3,387 miliardi). Deflussi dal gruppo Generali: -3,643 miliardi.

Lascia un commento

Related Post