Salcef Group ha collocato due milioni di azioni di nuova emissione, tramite una procedura di accelerated bookbuilding, a 16 euro per azione, per un controvalore complessivo di 32 milioni.

Il collocamento, si legge in un comunicato, ha registrato una domanda “significativamente superiore all’offerta disponibile”.

Finhold continuerà a controllare Salcef, fermo restando l’intento di procedere con i passi necessari per accedere al segmento Star.

Il commento

Valeriano Salciccia (nella foto di copertina), amministratore delegato di Salcef Group. afferma che “il successo di quest’operazione rappresenta un ulteriore passo nel percorso evolutivo del gruppo. Ci consente, infatti, non solo di avere a disposizione ulteriori risorse a supporto della nostra strategia di crescita, ma anche di poter avviare l’iter per l’ammissione al segmento Star, uno degli obiettivi che ci eravamo posti fin dalla quotazione e un’importante opportunità in termini di visibilità sul mercato e continuo confronto con le migliori pratiche”.

Gli advisor

Banca Akros e Intesa Sanpaolo hanno agito quali joint global coordinator e joint bookrunner dell’accelerated bookbuilding. Banca Akros ha agito con un team formato da Giulio Greco (head of equity capital markets), Federica Baratto, Stefania Isola e Marco Valsecchi.

Gianni & Origoni fornisce l’assistenza a Salcef con un team coordinato dai partner Gabriella Covino e Alessandro Merenda e composto, per gli aspetti corporate, dalla counsel Chiara Gianni e, per gli aspetti di capital markets, dal managing associate Andrea Bazuro e dall’associate Martina Brunetti.

White & Case è l’advisor legale dei joint global coordinator con un team composto dai partner Michael Immordino (Londra e Milano), Ferigo Foscari (Milano) e Piero de Mattia (Milano) insieme agli associate Alessandro Picchi e John Sanders (entrambi della sede di Milano).

Lascia un commento

Related Post