Il gruppo Snam ha acquisito da Bw Lng il 100% del capitale sociale di Fsru I Limited, che al closing possiederà come unico asset la nave di stoccaggio e rigassificazione (Fsru) Bw Singapore”. Snam investirà circa 400 milioni di dollari che saranno corrisposti in due tranche e la Fsru sarà di proprietà di Snam alla data del closing, previsto entro la fine del 2023. Nei prossimi mesi, Snam avvierà anche le attività per la contrattualizzazione della capacità di rigassificazione del Lng che si renderà progressivamente disponibile con l’avvio di Bw Singapore in Italia.

Costruita nel 2015, BW Singapore ha una capacità massima di stoccaggio di circa 170mila metri cubi di gas naturale liquefatto (Lng) e una capacità nominale di rigassificazione continua di circa 5 miliardi di metri cubi l’anno. L’unità è stata impiegata fin da subito come Fsru, ma può operare anche come nave metaniera per il trasporto del gas naturale liquefatto. Si prevede che la Fsru, attualmente vincolata da un contratto di charter con terze parti fino a novembre 2023, possa essere ubicata nell’Alto Adriatico, in prossimità della costa di Ravenna, e iniziare la propria attività nel terzo trimestre del 2024, a valle della conclusione dell’iter autorizzativo e regolatorio e della realizzazione delle opere necessarie all’ormeggio e al collegamento alla rete di trasporto.

“Le due Fsru acquistate nell’ultimo mese da Snam potranno da sole contribuire al 13% del fabbisogno nazionale di gas, portando la capacità di rigassificazione a oltre il 30% della domanda, non appena avremo l’autorizzazione per posizionarle e collegarle alla rete di trasporto nazionale. Il posizionamento nell’Alto Adriatico potrà consentire alla nuova unità di intercettare i potenziali nuovi flussi di LNG provenienti dal Nord Africa e dal Mediterraneo Orientale”, ha sottolineato Stefano Venier, amministratore delegato di Snam.

Lascia un commento

Related Post