Semaforo verde per VAM Investments SPAC, il nuovo progetto industriale di Francesco Trapani (nella foto di copertina) e Marco Piana. La special purpose acquisition company ha un target di raccolta fino a 225 milioni di euro. Il veicolo ha presentato la richiesta di quotazione su Euronext Amsterdam.

Il collocamento a investitori qualificati e istituzionali è partito oggi e terminerà il 16 luglio. Ogni quota collocata prevede un’azione ordinaria nel capitale sociale della società e la metà di un warrant riscattabile, che sarà assegnato contestualmente. La spac ha fatto richiesta di ammissione alla quotazione e alla negoziazione dei titoli su Euronext Amsterdam.

La spac, si legge in un comunicato, si focalizzerà sul settore dei prodotti e servizi consumer in Europa. “Un settore”, sottolinea la nota, “che, date le attuali dinamiche di mercato, sta vivendo un momento favorevole, con interessanti opportunità favorite dall’attesa ripresa economica in seguito alla crisi da Covid-19”.

La spac è sponsorizzata da VAM Investments Group, holding di investimenti di private equity indipendente controllata da Trapani, ex amministratore delegato e azionista di Bulgari e Ceo della divisione orologi e gioielli di LVMH. Ed è partecipata da Tages, società di asset management internazionale.

La spac è guidata dalll’amministratore delegato e azionista Marco Piana, ex 3i Group e Fondo Italiano d’Investimento.

Direttore finanziario della spac sarà Carlo di Biagio, ex financial manager della divisione europea di Procter & Gamble, amministratore delegato di Cesare Fiorucci, Cfo e Ceo di Ducati Motor Holding, Ceo di Vectrix Europe, Cfo e Coo di Roberto Cavalli.

Entrano nel cda come consiglieri indipendenti René Abate, Thomas Walker e Beatrice Ballini.

Nell’ottica di un pieno allineamento di interessi con gli altri investitori, lo sponsor VAM Investments investirà direttamente nella spac fino a 10,25 milioni di euro.

I settori di investimento saranno luxury & luxury value chain (include e beni di lusso e arredamento di design di alto livello), consumer services (include hotel e resorts, food, intrattenimento e media), online retail, beauty & personal care (include health e wellness) e physical retail, lifestyle.

Le dichiarazioni

Trapani sottolinea che “la spac è uno strumento relativamente recente in Europa, che ci consentirà di mettere le competenze del team e la mia esperienza diretta nel lusso con Bulgari, LVMH e Tiffany, a disposizione di una grande azienda che intenda accedere al mercato dei capitali. Il clima di ripresa post-Covid in Europa offre importanti opportunità di crescita organica e di acquisizione per quelle aziende che hanno tenuto bene nella crisi e competono in un contesto globale”.

Piana aggiunge che la spac sta “raccogliendo la fiducia di un’ampia base di investitori da tutto il mondo, compresi alcuni importanti family office italiani e grandi nomi istituzionali, in Italia e all’estero. La spac nasce con ambizione europea e con l’obiettivo di portare in borsa una grande azienda, che affiancheremo nel medio termine con le nostre competenze di gestione d’impresa, strategia e private equity per stimolarne la creazione di valore”.

Gli advisor

La spac ha nominato Citigroup Global Markets Europe AG e J.P. Morgan AG quali joint global coordinator e joint bookrunner.

Société Générale e UniCredit Corporate & Investment Banking svolgono il ruolo di joint bookrunner.

Linklaters è l’advisor legale.

LEGGI L’APPROFONDIMENTO SUL RITORNO DELLE SPAC

Lascia un commento

Related Post