Officine Meccaniche Aeronautiche, storica azienda italiana umbra operativa nel mercato aerospaziale internazionale, ha ottenuto 3,4 milioni di euro di finanziamento diretto grazie ad Azimut Direct, fintech company del Gruppo Azimut.

L’operazione, della durata di 60 mesi, è finalizzata a sostenere il capitale circolante per l’approvvigionamento di materiali e componentistica, in virtù del significativo portafoglio ordini programmati per il triennio 2024-2027. Oma continua ad investire in ricerca, con un reparto R&D sempre all’avanguardia, sostenuto anche dal Mimit, al fine di progettare e implementare soluzioni innovative, introducendo nuove tecnologie nel processo produttivo e puntando a una qualità “zero difetti”, così da efficientare la produzione e ridurre il time to market.

Oma fornisce soluzioni di alto valore per la progettazione, lo sviluppo e la produzione di aerostrutture integrate, sistemi e componenti idraulici ed elettromeccanici, oltre a servizi di manutenzione, riparazione e revisione di aerei ed elicotteri per uso commerciale e militare.

Commenti all’operazione

“Oma è una realtà aziendale in forte crescita, lo dimostra l’acquisizione di nuove importanti commesse nell’ultimo anno, che ha generato un significativo aumento del portafoglio ordini per il triennio 2024/2027 –ha detto Amedeo Tonti, Vicepresidente di Oma–.  Questo finanziamento ci consentirà di assicurare i piani di sviluppo futuri, investendo in progetti di ricerca e nell’acquisizione dei sistemi di produzione tecnologicamente più avanzati per soddisfare un così significativo numero di ordini”.

Oma è un’eccellenza globale del settore aerospaziale, che punta sull’innovazione per continuare il proprio percorso di efficientamento industriale, internazionalizzazione e sviluppo di prodotti ad alto tasso di tecnologia – commenta Gerardo Bove, director di Azimut Direct –. Sostenere imprese virtuose che collaborano con le istituzioni e che possono essere realmente utili al progresso della società è per noi come Gruppo Azimut un punto focale”. 

“L’operazione si inserisce in un percorso di interazione continuativa con il tessuto imprenditoriale umbro – aggiunge Roberto Martarelli, area manager di Azimut Capital Management–. Grazie al lavoro quotidiano del team manager Umbria Marco Campagnacci e della sua squadra, Azimut si è confermata come una realtà di riferimento per il mondo delle imprese, della cultura e del sociale”.

Lascia un commento

Related Post