golden power

Non performing, ecco come e perché il rischio di credito è passato dalle banche al contribuente

Massimo Gaia 2 644 0

Con la crisi economica causata dal Covid-19 il rischio di credito, attraverso le garanzie pubbliche sui prestiti, è stato scaricato dalle banche sul contribuente. La gestione dei nuovi flussi di crediti non performing – stimata in 60-100 miliardi nei prossimi due anni -, pertanto, è  materia di politica economica. Lo Stato, già gravato dal peso delle gacs, rischia di trovarsi a gestire, soprattutto attraverso il Mediocredito Centrale, una massa di incagli enorme. Servono competenze e struttura.

Leggi di più