Termoplast, azienda italiana attiva in Europa nella produzione di pellicole sostenibili e interamente riciclabili, ha ceduto del 100% delle quote societarie a Schur Flexibles e in alcuni accordi ancillari con il management. Grazie all’acquisizione di Termoplast, Schur Flexibles accelera la propria espansione in Italia. Non solo, Termoplast attraverso la propria società di riciclo fornisce un valido contributo alla strategia “zero rifiuti” e a un’economia circolare – sia durante la produzione che nel trattamento dei rifiuti post-consumo.

Gli advisor 

Legance ha assistito i soci di Termoplast con un team composto dai partner Giorgio Vanzanelli e Giacomo Gitti (nella foto), con il supporto degli associate Antonio Garramone ed Emilio De Niro. I profili di diritto del lavoro sono stati seguiti dal counsel Marco D’Agostini.

Baker McKenzie ha assistito Schur Flexibles con un team cross-border composto dal partner Christian Atzler, basato a Francoforte e head dell’EMEA M&A practice group di Baker McKenzie e, in Italia, composto dal counsel Alessandra Calabrese e dall’associate Margherita Pasi, con il supporto del senior associate Mario Cigno per i profili regulatory e del counsel Serena Fantinelli per i profili di diritto del lavoro, e coordinato dal partner Pietro Bernasconi, head dell’M&A practice group.

PwC TLS ha assistito Schur Flexibles nelle attività di tax due diligence e fornendo specifica assistenza su alcuni ambiti del contratto di acquisto, con un team coordinato dal partner Nicola Broggi, composto dal director Giorgio De Capitani, dal senior manager Valentina Caldiroli e dal manager Maura Dal Col.

Lascia un commento

Related Post