Matteo Paggi (nella foto) è il nuovo amministratore delegato di Translink Italia. David Strempel, che ha fondato e guidato la società nell’ultimo decennio, manterrà la carica di presidente.

Translink Corporate Finance, ricorda un comunicato, è un gruppo multinazionale dedicato ai servizi di consulenza in materia di finanza aziendale. La società è operativa dal 1972 e presente con oltre 600
esperti in trenta uffici distribuiti tra Africa, Americhe, Asia ed Europa. E’ specializzata in operazioni mid-market. Negli ultimi dodici mesi, Translink è stato consulente in oltre cento progetti di M&A.

Paggi, 45 anni, ha iniziato la carriera in Kpmg a Milano (audit), dove ha ricoperto ruoli di crescenti responsabilità, occupandosi della revisione dei bilanci di società finanziarie. Successivamente, sempre
in Kpmg (transaction service) ha partecipato a numerose attività di due diligence per importanti deal domestici e internazionali. Dal 2007 al 2010 ha fatto parte della struttura di MIT.FIN (società basata a Milano, che opera nell’area della finanza strutturata e M&A), dove è arrivato a ricoprire il ruolo di responsabile del team di execution, e dove ha condotto numerose operazioni di M&A sui mercati domestico ed internazionale. Dal 2010 al 2011 ha ricoperto il ruolo di head of the execution in Fante (società basata a Milano specializzata in corporate finance). Nel 2011 è entrato a far parte di Translink
Strempel. Nel 2013 ha ricoperto il ruolo di ceo/cfo di una società italiana specializzata nel settore dei servizi tipografici, per cui aveva seguito una transazione internazionale. Dal 2016 Matteo è rientrato in Translink Strempel come partner.

Le dichiarazioni dei protagonisti

Paggi sottolinea che “la nostra società ha un ruolo sempre più visibile nel panorama dell’M&A italiano specializzato nelle operazioni cross border che vedono coinvolte pmi. Ed è, egualmente, un’istituzione veramente globale le cui origini tuttavia, grazie a David, sono saldamente radicate anche in Italia, il Paese dove sono nato e dove vedo l’opportunità di fare la differenza nei prossimi anni”. Il nuovo amministratore delegato aggiunge che “il mio obiettivo principale sarà quello di creare le migliori condizioni affinché Translink Italia generi valore per i suoi collaboratori e per tutti i suoi partner”.

Stremple nota che “a completamento del mio coinvolgimento diretto in oltre dieci anni come amministratore delegato di Translink Italia, ho ritenuto, in accordo con i miei soci, che è giunto il momento per una nuova spinta che favorisca la crescita della nostra società in Italia”.

Lascia un commento

Related Post