Continua la crescita per linee esterne di Tre Zeta Group, attiva nella produzione di suole di scarpe di lusso, che acquisisce 100% del Tacchificio Pienne, società specializzata nella produzione di tacchi, zeppe, plateau, zoccoli in legno e accessori per calzature formali da donna, fondata nel 1966 a Montevarchi da Duilio e Sira Palazzini, con cui il gruppo rafforza ulteriormente la sua presenza nel mercato italiano.

Il piano industriale a cui Tre Zeta Group sta dando esecuzione è partito a fine 2021 con l’ingresso nella società di Koinos Capital, private equity indipendente caratterizzato da un approccio imprenditoriale con investimenti orientati a far crescere le Pmi italiane.

L’acquisizione di Pienne è la quinta dall’ingresso di Koinos Capital nel 2021, e segue quella di Walking World, del Solettificio Do.Gi, di Stil Stampi e di Suolificio Magonio.

Pienne, un po’ di storia

A partire dal 1985, la seconda generazione, formata dai figli dei fondatori della società, Antonella, Mauro e Massimo Palazzini, oltre che da Roberta Nistri e Raffaella Calò, Pienne avvia un percorso di crescita strutturato e focalizzato sempre più sulla creazione di un prodotto completamente Made in Italy, con l’utilizzo di materie prime italiane.

Negli anni, Pienne ha unito alla qualità e maestria manuale, un profondo impegno nell’innovazione investendo non solo in macchinari e tecnologie, ma anche nell’ottimizzazione di tutte le fasi del processo produttivo, e nell’attenzione alla sostenibilità.

La società, che ha oggi circa 30 dipendenti, ha chiuso il 2022 con un fatturato di circa 8 milioni di euro, cresciuto tra il 2019 e il 2022 con un Cagr del 16%.

Gli obiettivi di Tre Zeta Group

A seguito di questa acquisizione il gruppo inugurerà un nuovo reparto modelleria nella sede di Montelupo Fiorentino, che ospiterà tutte le lavorazioni relative a suola, tacco e soletta.

Questo offrirà ai clienti un unico interlocutore completamente integrato per tutte le componenti della struttura della scarpa, accelerando i tempi di sviluppo e migliorando gli standard di servizio. Una strategia che permetterà il consolidamento del trend di crescita raggiunto nel 2023.

“Con questa operazione completiamo il presidio della filiera della struttura della calzatura formale. Obiettivo ultimo della nostra strategia di sviluppo è la creazione di un gruppo in grado di rappresentare un unico interlocutore “one-stop-shop” per i brand del lusso, soddisfacendo tutti i bisogni nella realizzazione della creatività dei loro stilisti”, commenta Fabrizio Mecheri, Ceo di Tre Zeta Group.

Massimo Palazzini, in rappresentanza di tutta la famiglia che guida Tacchificio Pienne, aggiunge: “Abbiamo trovato in Tre Zeta un partner con cui condividiamo una visione strategica di lungo periodo orientata alla qualità e all’innovazione, e con cui siamo certi che riusciremo a collaborare per crescere ulteriormente, portando all’interno del gruppo la nostra esperienza”.

Inoltre “è la quinta operazione dal nostro ingresso in Tre Zeta, un traguardo importante che arriva anche più rapidamente di quanto avessimo immaginato. Un segnale perché che può confermare la nostra visione del bisogno e del desiderio che tanti ottimi imprenditori hanno di entrare a far parte di un progetto industriale che ha come fine quello di creare un gruppo di riferimento nel settore calzaturiero per i brand del lusso”, aggiunge Marco Morgese, founding partner di Koinos Capital,

Gli advisor

Tre Zeta Group è stata assistita da Russo De Rosa Associati per gli aspetti fiscali, da Alpeggiani Studio Legale per gli aspetti legali, da Bernoni Grant Thornton per la due diligence finanziaria e da Ramboll per quella ambientale.

Lascia un commento

Related Post