Morato prosegue la propria strategia di crescita per linee esterne.

Il gruppo vicentino della panificazione industriale con un fatturato consolidato superiore ai 300 milioni (di cui oltre il 40% sviluppato all’estero) ha infatti rilevato l’80% di Nt Food, azienda toscana specializzata in prodotti da forno senza glutine e nell’ambito delle intolleranze e dei regimi dietetici alternativi. L’azienda conta su un giro d’affari di 35 milioni di euro, per la maggior parte sviluppato dal business a brand come Nutrifree e Nutrisì.

Per Morato si tratta di una nuova acquisizione dopo quella nel 2021 del 60% di Ro.Mar e quella in Spagna nel 2020 di Cerealto-Siro che ha portato a l’avvio di un percorso di consolidamento nel Paese, rilevando un impianto produttivo 34.000 mq e portando la quota di fatturato iberico attorno ai 65 milioni.

In Italia, Morato è presente tramite un portafoglio di brand storici tra cui Roberto, Pan Bon, ArtigianPiada, Pan d’este e da un’offerta di prodotto – realizzati nei 14 stabilimenti – in grado di coprire tutti i segmenti all’interno della categoria del bakery salato – comunica l’azienda – a cui si aggiunge il presidio del mondo business b2b e Private Label. Considerando sia il business a marca che le private label,  in Italia il gruppo detiene una quota di mercato a volume di oltre il 30% sui pani industriali e del 10% nel segmento dei grissini”.

L’acquisizione di Nt Food

Nt Food, spiega una nota, “rappresenta un punto di riferimento nel settore del gluten free e dei prodotti salutistici”.  I prodotti di Nt Food sono realizzati all’interno dei 3 stabilimenti produttivi interamente dedicati al senza glutine, situati tra Altopascio (Lu) e Porcari (Lu): oltre 7.000 mq che accolgono le diverse linee produttive, tra cui panificati, fette biscottate, miscele di farine, pangrattato, biscotti, snack salati ma anche lievitati dolci come cornetti, brioche e prodotti da ricorrenza.

Nicoletta e Giovanna Del Carlo, socie fondatrici di Nt Food, rimangono alla guida della società in collaborazione con Morato e continueranno a detenere una quota di partecipazione.

“Siamo molto soddisfatti di aver portato a termine questa operazione – dichiara Stefano Maza, ceo del Gruppo Morato – che rientra nell’ambito del nostro piano strategico finalizzato allo sviluppo nel mercato dei prodotti bakery, attraverso il consolidamento del presidio in Europa. In particolare, questa acquisizione ci permetterà di creare significative sinergie a livello di innovazione di prodotto, di processo e distributive, aprendo nuove interessanti opportunità in canali e segmenti specializzati e rafforzando la nostra gamma d’offerta a marchio”.

Gli advisor

Morato Group si è avvalso della consulenza di Aliante Partners come advisor finanziario e di Giliberti, Triscornia e Associati per l’assistenza legale sull’operazione, seguita da Edoardo Mistretta, Camilla Peri e Federico Fisher. La due diligence finanziaria e fiscale è stata seguita rispettivamente da Deloitte Advisory, con il team guidato da Luca Zesi, e da STS Deloitte, con il team guidato da Giorgio Orlandini.

Le venditrici di Nt Food si sono avvalse della consulenza di Nobel Partners Advisory, sotto la regia di Gabriele Cappellini, Vieri Spadoni e Marina Pratesi, in qualità di advisor finanziario, di Deloitte Legal, con Andrea Martellacci e Sergey Orlov, per l’assistenza legale e di Giovanni Bulckaen dello studio Bulckaen come fiscalista dell’operazione.

Lascia un commento

Related Post