UniCredit ha cartolarizzato crediti fiscali derivanti dall’eco-sisma-superecosisma bonus per 500 milioni di euro. L’operazione, denominata EBS Finance, è la prima di questo tipo in Italia.

La misura agevolativa è stata introdotta dal decreto Rilancio, che prevede detrazioni fiscali a favore di interventi di ristrutturazione su immobili, finalizzati a riqualificazione energetica e/o riduzione del rischio sismico. La normativa consente lo smobilizzo dei crediti fiscali tramite cessione ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

Il programma di cartolarizzazione è stata realizzato attraverso la cessione dei crediti fiscali da parte di clientela di UniCredit alla società veicolo EBS Finance Srl.

L’operazione si avvale delle modifiche recenti alla legge sulle cartolarizzazioni, che consentono agli investitori di partecipare all’operazione attraverso la concessione di finanziamenti alla società veicolo. Non è più necessaria l’emissione di titoli asset-backed.

Nello specifico, la struttura della cartolarizzazione prevede che la società EBS Finance Srl reperisca la provvista necessaria per pagare il prezzo dei crediti fiscali tramite alcuni finanziamenti erogati da UniCredit.

I cedenti dei crediti fiscali sono tutti clienti di UniCredit, appartenenti a diverse categorie. Tra cui anche società la cui produzione è destinata ad interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Gli advisor

UniCredit Bank AG nella cartolarizzazione ha agito in qualità di arranger.

Nell’ambito dell’operazione 130 Servicing ha assunto il ruolo di servicer dei crediti fiscali, oltre a quelli di corporate servicer e representative.

Hogan Lovells ha assistito UniCredit in qualità di transaction counsel in tutti gli aspetti legali e regolamentari della cartolarizzazione. Hogan Lovells ha agito con un team guidato dal partner Federico del Monte (nella foto di copertina) e composto dagli associates Diego Guardì e Matteo Scuriatti. I profili tributari dell’operazione sono stati seguiti da un team del dipartimento fiscale dello studio composto dalla counsel Serena Pietrosanti e dalla senior associate Maria Cristina Conte.

Lascia un commento

Related Post