Un pool di banche, guidato da Unicredit, ha recentemente finalizzato un mini-perm project financing da 320 milioni di euro a favore di Ep Centrale Ostiglia, società interamente detenuta da Ep Produzione e indirettamente dallo sponsor Ep Power Europa al 100% del gruppo Eph.

Il progetto prevede la costruzione e la messa in esercizio di una nuova unità a ciclo combinato con turbina a gas (Ccgt) per una capacità nominale totale di 880 Mw, realizzata con una tecnologia all’avanguardia.

La nuova unità, che si è aggiudicata un contratto di capacity market della durata di 15 anni con decorrenza 2024, contribuirà al percorso verso una transizione energetica sostenibile intrapreso dall’Italia e alla stabilità del sistema elettrico nazionale. La produzione altamente flessibile e a basse emissioni dell’impianto sarà in grado di compensare l’intermittenza delle rinnovabili favorendo così il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione fissati dal Piano Nazionale Integrato Energia e Clima.

La nuova unità, che sarà costruita in un’area industrializzata già esistente (quindi senza l’utilizzo di nuovo suolo), è tecnologicamente pronta per l’utilizzo di miscele di idrogeno e gas naturale, ed è inoltre dotata di un condensatore ad aria che permette di mitigare l’impatto sulle risorse idriche, aumentando la disponibilità e l’affidabilità dell’unità anche durante le sempre più frequenti stagioni con scarse precipitazioni.

Il pool

L’operazione di finanza strutturata per il settore dell’energia è stata avviata, impostata e coordinata da Unicredit in qualità di Global Coordinator & Bookrunner, Structuring Mandated Lead Arranger, Original Lender e Hedging Bank, e sottoscritta da un insieme unico di banche nazionali e internazionali come Banco Bpm, Bper, Dz Bank, Mufg e Smbc Bank Eu Ag in qualità di Mandated Lead Arrangers e Original Lenders. Banco Bpm, Bper, Mufg e Smbc Bank Eu Ag hanno agito anche in qualità di Hedging Banks, con Bper che svolge altresì il ruolo di account bank & agent.

Oltre a questo progetto, Ep Produzione sta sviluppando un’altra unità a ciclo combinato con turbina a gas da 800 Mw, con tecnologia di classe H tra le più potenti e performanti realizzate in Italia, nella centrale lombarda di Tavazzano e Montanaso (LO). Entrambi i progetti, per un totale di 1.600 MW di nuova capacità, introdurranno nel mercato energetico italiano un nuovo livello di efficienza e flessibilità nell’ambito della produzione di elettricità.

Gli advisor

I finanziatori sono stati assistiti da Legance – Avvocati Associati in qualità di consulente legale, PedersoliGattai quale consulente legale del beneficiario. Fichtner e Willis Towers Watson hanno agito rispettivamente come consulenti tecnico-ambientali e assicurativi. PricewaterhouseCoopers S.p.A. ha agito come revisore modello.

Lascia un commento

Related Post