Web e social reputation. Un’azienda non può prescindere da questo fattore, ovvero qual è la percezione pubblica che traspare dalla massa di dati che circola in rete. Un tempo, nell’era pre-digitale, il barometro dell’opinione pubblica traspariva dalle pubblicazioni cartacee e dai servizi radiotelevisivi. Ora, purtroppo e per fortuna, la mole di informazioni che riguardano un gruppo è talmente ampia da richiedere un lavoro specifico e professionale a chi ne voglia rendere conto.

Ad interessarsi alla web e social reputation di un’azienda sono innanzitutto i potenziali compratori. Perché trovarsi a fronteggiare una problematica che non emerge dai bilanci rischia di impattare il business in modo anche deleterio. A supporto di una due diligence specifica su questi aspetti vi sono gli strumenti legati all’intelligenza artificiale. Detto brutalmente, una due diligence data driven prende la massa di informazioni riguardanti l’azienda target, la sottopone al vaglio dell’intelligenza artificiale e ne estrae il succo. Un distillato che indica al potenziale compratore rischi e opportunità sul fronte della reputazione online.

Nirtya, la comunicazione tramite big data

Nirtya è nata a gennaio 2019. E’ la prima società di consulenza specializzata in comunicazione corporate digitale che, tramite l’utilizzo dei big data, integra la competenza della comunicazione strategica nella capacità di produrre e condividere contenuti online e su social media.

Nirtya (una parola che in sanscrito significa balzo) conta su un team di venti professionisti, fra interni ed esperti di

settore, che hanno maturato esperienze nel digitale, nella comunicazione corporate–finanziaria, nella sostenibilità, nel
marketing consumer, nei big data. I due co-founder sono Odoardo Ambroso (nella foto) e Gabriele Lucentini. Nirtya attualmente serve circa trenta clienti di svariati settori.
Grazie all’utilizzo del sistema di algoritmi S17i, Nirtya propone un metodo per rendere più efficace la comunicazione della strategia di sostenibilità. Grazie all’utilizzo di questo sistema, Nirtya è in grado di riclassificare i contenuti aziendali, enviromental e social in relazione agli obiettivi di sviluppo sostenibile, aggiungendo i temi di corporate governance.

Le case history

A Dealflower, Nirtya ha fornito due case history (ovviamente i nomi dei soggetti sono coperti dalle clausole di riservatezza) per illustrare in modo semplice come funziona una due diligence web e social data driven.
Le slide che seguono illustrano le varie tappe seguite da Nirtya per effettuare il processo di due diligence.

 

Lascia un commento

Articolo correlato