Clough, controllata australiana di Webuild, si è aggiudicata un contratto da 420 milioni di dollari australiani per la realizzazione dello Shiplift del porto di Darwin, sulla costa settentrionale dell’Australia.

Clough, si legge in una nota, partecipa al progetto con il 50% in joint venture con l’australiana Bmd, che detiene la quota restante. Il progetto prevede la realizzazione di un sistema per il sollevamento, la movimentazione a terra e il varo di imbarcazioni di piccole e grandi dimensioni, che andrà a consolidare il ruolo della città costiera come hub di riferimento per la manutenzione e i servizi di assistenza per il settore navale nella regione.

Lo Shiplift servirà il Dipartimento della Difesa, come anche il traffico di imbarcazioni commerciali e private nei settori della pesca, dell’oil&gas e dell’industria marittima. L’ultimazione dei lavori è prevista per luglio 2025.

Webuild in borsa: la reazione del mercato

Nella seduta odierna a Piazza Affari, Webuild guadagna lo 0,45% a 1,8 euro ad azione. Il titolo sta cedendo quasi il 4,8% nel mese di settembre dopo il forte balzo registrato a fine agosto: +9,6% solo nella seduta del 31 agosto scorso. Da inizio 2023 Webuild è cresciuta di quasi il 30%.

Lascia un commento

Related Post