Webuild, in consorzio, realizzerà il lotto 4 (tratta Aleşd–Frontiera Ungaria) della linea ferroviaria che collegherà Cluj-Napoca a Episcopia Bihor, in Romania. Il valore complessivo del lotto è di
490 milioni di euro circa.
L’aggiudicazione diventerà efficace all’esito di tutte le verifiche della procedura di gara. Webuild è leader del consorzio realizzatore (in quota al 50%), insieme con Pizzarotti (30%) e Salcef (20%). Per l’esecuzione dei lavori si stima saranno occupate 1.000 persone circa, diretti e di terzi, con un indotto importante su tutta la filiera del territorio. Con il nuovo contratto, il Gruppo Webuild raggiunge 10,7 miliardi di euro di nuovi ordini acquisiti da inizio anno, inclusi i progetti per cui risulta migliore offerente e gli incrementi registrati su contratti già in essere.

Il Lotto 4 (tratta Aleşd-Frontiera Ungaria) prevede la progettazione e l’esecuzione dei lavori di ammodernamento e l’elettrificazione di circa 50km di linea ferroviaria esistente, incluse le 5 stazioni di Tilegad, Osorhei, Oradea est, Oradea, Episcopia Bihor, nell’area nord-ovest del Paese, verso il confine con l’Ungheria. Il progetto, commissionato da Cfr, la compagnia ferroviaria nazionale, sarà finanziato dall’Unione Europea attraverso il Pnrr locale, in quanto parte del progetto più ampio per l’ammodernamento e l’elettrificazione degli oltre 166km della linea Cluj-Napoca–Oradea–Episcopia Bihor.
Gli interventi programmati garantiranno le condizioni tecniche per la circolazione dei treni ad una velocità di 160 km/h per i treni passeggeri e di 120 km/h per i treni merci, aumentando il grado di comfort e la sicurezza del traffico ferroviario e rendendolo più competitivo rispetto al trasporto su gomma. Questo consentirà un risparmio dei tempi di viaggio e trasporto merci tra le città collegate, con benefici anche in termini di minori emissioni di CO2. Gli interventi favoriranno inoltre l’interconnessione con la rete ferroviaria europea, anche grazie al sistema
di segnalamento Ertms (European Rail Traffic Management System) livello 2, ma anche una riduzione degli attuali costi di gestione e manutenzione della linea esistente.
In Romania, il Gruppo Webuild è attualmente impegnato nella realizzazione di oltre 120km di ferrovie e metropolitane e più di 90km di strade e autostrade. Tra i progetti iconici, attualmente in fase di ultimazione, da segnalare è il Ponte di Braila, secondo ponte strallato più lungo dell’Europa Continentale, con i suoi 1.975 metri di lunghezza complessiva e una campata centrale di 1.120 metri.

Proseguono i contratti di Webuild

La commessa arriva a distanza di pochi giorni da quella vinta in Paraguay dove Fisia Italimpianti, parte del Gruppo guidato da Pietro Salini (nella foto), ha vinto un nuovo contratto da 144 milioni di dollari (144 milioni di euro circa) per la realizzazione di tre impianti per il trattamento delle acque per l’industria della cellulosa nel Paese. Commissionati dalla Paracel S.A., gli impianti saranno parte integrante di una fabbrica di cellulosa sul Rio Paraguay, nei pressi della città di Concepción. L’avvio dei lavori è previsto nel primo semestre 2023 e andrà a rafforzare la leadership nel settore acqua di Webuild, già al primo posto nella classifica dei più grandi contractor internazionali nel segmento “Water” stilata per il 2022 da Enr, la più autorevole rivista americana del settore.

Lascia un commento

Related Post