Davide Rota l’aveva fondata nel 2001. Per oltre vent’anni ha operato nelle telecomunicazioni con il brand Linkem, fino allo scorporo del ramo retail, denominato Opnet, con tanto di fusione in Tiscali, divenuta Tessellis. Oggi quel ramo, che porta il nome di Opnet e che è azionista di maggioranza con il 59,26% di azioni, è passato a Wind Tre. Che si impegna ad acquistare il 100% di una nuova società dove Opnet stessa conferirà il relativo ramo d’azienda, eccezion fatta per Tessellis stessa.

Non è ancora certa la data del closing dell’operazione, che di fatto permette a Wind Tre di rinforzare le risorse del 5G attraverso rete e frequenze attualmente ancora in pancia a Opnet. La stessa c ompagnia telefonica guidata da Gianluca Corti e Benoit Hanssen ha fatto sapere in una nota che si tratta di un’acquisizione capace di inserirsi “nella strategia di Wind Tre volta all’ottimizzazione e allo sviluppo dell’infrastruttura di rete anche come fattore abilitante della trasformazione digitale del Paese”.

Wind Tre e il pasticcio con il fondo svedese Eqt

Ck Hutchison, che controlla il 100% di Wind Tre, multinazionale quotata a Hong Kong nata nel 2015 dalla fusione di Cheung Kong Holdings Limited e la consociata Hutchison Whampoa Limited, è ancor al lavoro per le cessione della rete al fondo svedese Eqt Infrastructure, per quella che dovrebbe essere una newco dove far confluire gli asset di rete mobili e fissi della Tlc e una partecipazione del 60% del fondo, dietro transazione della cifra ei 3,4 miliardi di euro (ne abbiamo parlato qui). Tuttavia, la data del closing è quella del 12 febbraio. Il tempo, insomma, è quasi scaduto.

Anche perché di mezzo ci sono anche gli accordi precedentemente presi da parte di WindTre con Iliad, le due società partecipano al 50% della joint venture che porta il nome di Zefiro Net con cui gestiscono le infrastrutture di rete nelle aree meno popolate d’Italia (27% della popolazione), e con Fastweb, che ha ceduto in gestione a Wind Tre le frequenza 5G con accordo sul pricing di accesso ai servizi ma che non sarebbe stata consultata preventivamente per l’operazione con Eqt.

Lascia un commento

Articolo correlato