XFarm Technologies, la tech company che attraverso la sua piattaforma digitale supporta e semplifica il lavoro di 110 mila aziende agricole estese su 1,5 milioni di ettari in oltre 100 paesi del mondo, è chiuso un round di serie B da 17 milioni di euro, dopo il primo da 3 milioni ricevuti nel 2019.

Il nuovo round è guidato da fondi di investimento internazionali del settore tech: Swisscom Ventures in qualità di lead investor, con la partecipazione di Neva (gruppo Intesa Sanpaolo), Emerald Technology Ventures, NovaCapital e Grey Silo Ventures. Reinveste in maniera significativa anche United Ventures, lead investor del round A, che rinnova la fiducia grazie ai rilevanti traguardi raggiunti dalla tech company negli ultimi due anni.

Grazie al capitale raccolto xFarm Technologies, guidato dal ceo Matteo Vanotti (nella foto), intende sviluppare e migliorare la propria piattaforma con nuove funzionalità, sfruttando tecnologie come l’intelligenza artificiale, volte sia a garantire un maggior controllo della sostenibilità sia a supportare sempre meglio anche altre filiere, come quella della gestione degli allevamenti. Soluzioni tecnologiche che hanno l’obiettivo di andare incontro alle nuove esigenze imposte dai cambiamenti climatici: tramite i sistemi di supporto alle decisioni (Dss) è già possibile ottimizzare l’utilizzo di input agronomici, come acqua, fertilizzanti e prodotti fitosanitari. Con i nuovi fondi, la società mira a sviluppare soluzioni ancora più incisive su questo fronte.

La tech company, con uffici già presenti in Svizzera, Italia e Spagna, punta all’internazionalizzazione ed è pronta a esplorare nuovi mercati, consolidando la propria presenza in Europa e ampliando il proprio raggio d’azione, in futuro, anche in America. Espansione che mira ad estendere anche i progetti già attivi con più di 70 grandi imprese, tra cui aziende agroalimentari e altri importanti gruppi operanti nella produzione di macchinari agricoli.

Per prepararsi a raggiungere questi ambiziosi traguardi e aiutare un numero sempre maggiore di aziende agricole e filiere nell’efficientare il loro lavoro con le giuste tecnologie, xFarm Technologies entro la fine dell’anno integrerà il suo team con 20 nuove risorse, per un totale di 80 dipendenti.

Gli advisor

Bär & Karrer, con Massimo Vanotti, Rocco Rigozzi, e Sandro Gaggini, e Colla Di Piazza Studio Legale, con Edoardo Colla e Ilaria Ballarin, hanno assistito, rispettivamente per gli aspetti di diritto svizzero e italiano, xFarm Technologies.

id est avocats, con Marina Castelli-Joos e Tristan Gigon, ha affiancato Swisscom Ventures. Mentre Pavia e Ansaldo, con il partner Carlo Trucco e le associate Chiara Condello e Teresa di Tella, e WalderWyss, con i partner Davide Jermini e Stefano Codoni, hanno supportato Neva Sgr, curando rispettivamente per gli aspetti di diritto italiano e svizzero dell’operazione.

Lascia un commento

Related Post