Zenith Global, intermediario finanziario attivo in Italia nelle operazioni di finanza strutturata,  ha partecipato alla cartolarizzazione di un portafoglio di mutui residenziali ceduti da Barclays per un importo totale pari a oltre 4 miliardi di euro. Oltre ad aver messo a disposizione la società veicolo, cessionaria dei mutui, Zenith ricopre all’interno dell’operazione i ruoli di corporate servicer, calculation agent, backup servicer facilitator ed Esma reporting agent, nonché rappresentante degli obbligazionisti.

La social purpose vehicle, denominata Miltonia Mortgage Finance, ha emesso titoli obbligazionari asset-backed sottoscritti da Barclays e da un primario fondo di investimento estero. Oggetto dell’operazione è un portafoglio di circa 57mila mutui ipotecari residenziali italiani, per la maggior parte sottoscritti tra il 2010 e il 2011 e con la più alta concentrazione in Lombardia e nel Lazio. I titoli senior e mezzanine sono dotati di rating da parte di Moody’s e di S&P Global.

“Sempre più istituti guardano alle cartolarizzazioni per i crediti in bonis”

“Questa nuova operazione segue quella sui crediti di Dexia da oltre 3 miliardi di euro annunciata all’inizio di maggio, segno che diversi istituti finanziari nell’ultimo periodo guardano sempre più allo strumento delle cartolarizzazioni anche per i crediti in bonis – spiega Umberto Rasori, Ceo di Zenith Global – Zenith consolida la propria leadership nell’ambito delle operazioni di crediti performing con controparti istituzionali rilevanti del mercato internazionale e italiano. La nostra piattaforma informatica sviluppata internamente negli ultimi 15 anni, unica sul mercato italiano, ci consente di gestire in modo efficiente le attività svolte, siano esse sui crediti in bonis, Utp ed Npl”.

Lascia un commento

Related Post